La colite, conosciuta anche come sindrome del colon irritabile, è un fastidio cronico piuttosto diffuso pubblicamente noto con spasmi e dolori addominali, costipazione, nausea e stitichezza o diarrea. Nonostante l’estrema propagazione di questa patologia (1 persona su 5 viene colpita) , sebbene sia curabile, essa può diventare davvero spiacevole nella gestione della vita quotidiana. Una dieta per il colon corretta, assieme a un migliore controllo dello stress ed eventualmente all’aiuto di integratori, è il primo step per far regredire i sintomi e stare meglio.

Cosa mangiare

pesce azzurro
Credit https://www.ilgiornaledelcibo.it/pesce-azzurro-caratteristiche/

Bello era se tutti i pazienti potevano seguire la stessa dieta per il colon irritabile. Gli alimenti “a rischio” vanno valutati dal dottore e dipendono dalla sensibilità individuale rispetto a certi alimenti. È necessario fare un lavoro di “censimento” degli alimenti della propria dieta con un’opera di inclusione ed esclusione per rilevare quelli che effettivamente causano delle reazioni.

Ecco alcuni cibi da mangiare:

  • La frutta e la verdura cotta (evitare pesche, prugne e pere, anguria, melone, agrumi)
  • Il pane e i cereali integrali sono delle buone fonti di fibre
  • Yogurt
  • Pesce azzurro

Le diete ad alto contenuto di fibre possono causare però gonfiore e formazione di gas, sebbene alcuni pazienti riferiscano che questi sintomi scompaiono nel giro di alcune settimane. Se la diarrea è il sintomo caratterizzante, è comunque importante idratarsi molto ma meglio ridurre le fibre ed evitare la crusca.

Cosa evitare

latte

Ecco alcuni alimenti da evitare assolutamente:

  • No ai latticini
  • No ai legumi
  • Assolutamente vietati gli alcolici
  • No alla marmellata
  • No al caffè
  • No ad alimenti ricchi di sale (i dadi per brodo, gli insaccati)